Politica

Tragedia in Calabria: due bambini e la loro mamma travolti da un treno

Metti mi piace

Share Button

Giulia, 6 anni, affetta da autismo, è corsa sui binari.  Il fratello Lorenzo e poi la mamma hanno tentato di fermarla: quando è sopraggiunto il convoglio, l’impatto è stato inevitabile.

Due bimbi e una mamma investiti da un treno a Brancaleone, in provincia di Reggio Calabria.

I piccoli sono morti e la madre è in condizioni gravissime. Un incidente terribile, quello avvenuto l’8 agosto, su cui ora la Procura ha aperto un’inchiesta.

LA STORIA – Giulia Pipolo, 6 anni, e suo fratello Lorenzo, di 12, erano in vacanza con la mamma Simona Dall’Acqua, casalinga di 49 anni di Albairate, Milano, e il nuovo compagno di lei.  L’uomo aveva appena parcheggiato a Brancaleone, per raggiungere la spiaggia.

LA DINAMICA – Secondo quanto ricostruito dagli inquirenti Giulia, affetta da una forma di autismo, una volta aperta la portiera sarebbe sfuggita di mano alla mamma e si sarebbe messa a correre verso la spiaggia. L’ha inseguita prima Lorenzo, quindi la madre: ma, di mezzo, c’erano i binari.

L’IMPATTO – Proprio in quel momento stava giungendo il treno proveniente da Catanzaro: inutile il tentativo del macchinista di frenare. L’impatto è stato violentissimo. Per i piccoli non c’è stato nulla da fare, mentre Sonia, con fratture multiple e un trauma cranico, è stata sottoposta a un delicato intervento neurochirurgico.

La Procura di Locri ha aperto un’inchiesta perché la linea ferroviaria risulta priva di barriere protettive e si vuole accertare se vi siano delle responsabilità nell’incidente.

 

Fonte : frontedelblog.it

Share Button

Metti mi piace
Tags

Articoli correlati

Rispondi

Close
Inline
Inline